Si Hing Loris Pajalich

WT grade: 12° SG

Escrima grade:  2° SG

loris

Si-hing LORIS PAJALICH, da sempre affascinato dagli stili di combattimento e difesa personale, approccia alle Arti Marziali nel 1996, attraverso uno dei quattro stili del Katate denominato “Shitò-Ryù”.

Con il passare degli anni il desiderio di approfondire le arti marziali lo ha spinto ad esplorare altri stili di lotta, quali il “Taekwondo” (arte marziale coreana e uno sport da combattimento a contatto pieno, basato principalmente sull'uso di tecniche di calcio ) e “Kick boxing”. Avendo sostenuto diversi combattimenti e corsi di formazione sulle più disparate e differenti tecniche di difesa personale riservate alle sole forze di polizia, ha compreso l’importanza, visti gli scenari sociali ai quali siamo sottoposti con pericoli di aggressioni, risse ecc., di continuare e migliorare il suo percorso formativo.

Cosi, nel 2004, approccia il Jeet Kune Do (abbreviato in JKD, arte marziale intuita e sintetizzata dal celebre shifu Bruce Lee) presso un’ Accademia di Kung Fu affiliata alla Inosanto Accademy (Dan Inosanto è un artista marziale statunitense di origini filippine un grande insegnante di FMA e come studente, successivamente istruttore, del Jeet Kune Do e Jun Fan Gung Fu sotto la guida dell'indimenticato amico shifu Bruce Lee).

In accademia ha avuto la fortuna di saziare la sua sete di conoscenza provando diversi stili quali Street Fighting, Brazilian jiu jitsu, Kali, Muay Thai Grappling, Boxe (con il maestro Loris Stecca ex campione mondiale di pugilato dei pesi supergallo WBA).

Lo studio del JKD dura circa 8 anni durante i quali oltre allo studio delle tecniche viene compresa la filosofia marziale che ha contraddistinto Bruce Lee, e il naturale passaggio al Wing Tsun sistema EMAS Lineage Leung Ting.

Il Wing Tsun ("bella primavera") è forse la prima arte marziale che considera la meccanica del corpo dell’essere umano concentrando grande attenzione sullo studio delle linee di attacco e di difesa, e soprattutto sull’economia e simultaneità dei movimenti. Essendo uno stile creato da una donna, non enfatizza l’uso della forza muscolare ma porta la sua attenzione su altri aspetti dell’individuo, quali precisione, velocità di pensiero ed azione, sensibilità, reattività ed efficacia dei movimenti, grande uso della strategia e dell’intenzione mentale.

La struttura dello stile è molto semplice: tre forme a mani nude, una forma con un apposito manichino di legno (caratteristico del sistema), due forme con le armi: una con il bastone lungo e una con due coltelli.

La massima espressione di questa arte marziale è rappresentata da maestri del calibro di Master Marco Mattioni, Master Paolo Bonucci, Master Sifu Giovanni Filippello dai quali continua tutt’oggi ad apprendere, grazie alla pratica quotidiana e ai numerosi incontri di approfondimento dedicati al ground fighting, all’escrima (Master Steve Tappin), alla difesa personale oltre a quelli dedicati nello specifico all’insegnamento.


Corsi AA 2018/2019: Corso Difesa Personale: Roma Accademia