Wing Chun

  • disciplina-1
  • disciplina-2
  • disciplina-3
  • disciplina-4
  • disciplina-5
  • disciplina-6

Il Wing Chun è una disciplina cinese nata circa 400 anni fa come forma di Difesa Personale e aggiornata nel corso del tempo sulle esigenze delle donne di oggi.

Questo sistema è nato dall’ingegno di una suora buddista esperta conoscitrice del Kung Fu (antica arte marziale orientale) al solo scopo di insegnare alle donne a difendersi dalle violenze fisiche e sessuali alle quali, in tempo di guerra, le sottoponevano i soldati che invadevano e saccheggiavano i villaggi.

IMG 4331Con questo sistema insegniamo a gestire la paura così come l’aggressività, attraverso un programma tecnico specifico , il sistema ha le migliori, più efficaci ed economiche risposte per tutte le situazioni di autodifesa. Probabilmente non esiste nessun altro stile di combattimento le cui strategie tattiche siano strutturate in modo così geniale e logico da utilizzare forza fisica limitata.

Più adatto al sesso femminile proprio perché sfrutta nel miglior modo le caratteristiche legate alla fisiologia della donna ed orientato ad una concretezza pratica ed istintiva.


Il Wing Cun Kung Fu è l’unica arte marziale inventata da una donna, la monaca Shaolin Ng Mui, solo ed esclusivamente al fine di difendersi dalle cosiddette aggressioni “da strada”.

Dovendo confrontarsi con persone fisicamente più forti di lei, Ng Mui dovette concepire uno stile che si basasse su dei principi diversi, applicabili in qualsiasi situazione come la sensibilità e la cedevolezza.

A differenza di altri stili infatti, il Wing Chun è adatto anche a persone non particolarmente dotate fisicamente, poichè non contrappone la propria forza fisica a quella dell’avversario.

ground palestra

Tradizione antica e scienza moderna si fondono per dare al praticante uno sviluppo psicofisico di primo livello e gli strumenti per difendere se stesso e chi ama.


Il Wing Chun elimina tutte quelle pratiche spettacolari, in strada inapplicabili, e tutte quelle tecniche sportive che, se pur premianti in gara, sono poi svantaggiose in una aggressione senza regole e limitazioni, guadagnando cosi in semplicità ed efficacia.

Ne deriva quindi un sistema di combattimento, che abbatte ogni distinzione di peso, età, altezza o sesso, e che permette di affrontare qualsiasi avversario ad armi pari.